Home » Eventi e News » Newsletter 12/2016 di Roberto Rasia

Newsletter 12/2016 di Roberto Rasia

Newsletter 12/2016 di Roberto Rasia - Roberto Rasia dal Polo
Amiche e Amici carissimi,
        con la scusa di farvi i miei migliori Auguri, ci tengo a ragionare per l'ultima volta quest'anno insieme a voi attraverso queste poche righe. 
 
Come sempre, se la cosa vi disturba, fate un cenno e vi cancello velocemente senza problema. 
 
Il 2016 è stato un anno che non passerà inosservato in futuro. Per molte aziende e per molti suddiviso in due parti: la prima molto simile agli ultimi anni, sofferente, difficile, apparentemente senza sbocchi. La seconda con qualche cenno più o meno marcato di ottimismo e ripresa. 
 
L'Italia è un paese - più di altri - in cui una valutazione serena come questa non è vera per tutti né geograficamente distribuita. 
 
Il gap fra città come Milano, Roma, alcune in Veneto e il resto del Paese si sta allargando. Al netto di eccezioni ovviamente. 
 
Un altro vuoto problematico si sta sedimentando fra aziende che hanno avviato un processo di digitalizzazione e aziende che si stanno perdendo le sfide dell'innovazione. 
 
Sono ancora troppi gli uffici di "chi decide" in cui entro e sulle cui scrivanie non trovo neanche i computer. Talvolta ci si vanta di avere una linea veloce, che in realtà arriva a malapena a 800 Kb/sec. Peccato che oggi sia diffusa la fibra a 200 Mb/sec!
 
Ma anche qui, non ovunque e non per tutti. 
 
Se vogliamo risollevare questa povera Italia, dilaniata da scandali politici e inefficienze pubbliche e private, dobbiamo ricucire quel gap grazie anche a infrastrutture alla portata di tutti. 
 
Ma non basta. L'innovazione è cultura. È testa. È predisposizione. E lo dimostrano aziende virtuose, sia grandi che piccole senza distinzione. 
 
Quest'anno ho lavorato come autore/presentatore e come formatore per due big enormi come AXA e Generali. Due colossi che, anche grazie alle proprie dimensioni e ai propri budget, dimostrano in modo diverso come sia possibile rimanere sul mercato da protagonisti. Stessa cosa ho trovato in Sirti.
 
Ma mi vengono in mente anche due tipiche PMI italiane, entrambe in mano alle relative famiglie: Omap e Demac
Omap è un'azienda bellunese che produce mandrini autocentranti per l'industria pesante e Demac è un'impresa di Magenta (Milano) che risulta leader al mondo (!) nella produzione di bobine avvolgitubo e avvolgicavo per gru e macchine da sollevamento. 
 
Entrambe contano su un fattore umano fortissimo e su una buona predisposizione al digitale e ai processi di innovazione. Entrambe hanno voluto investire con noi per la produzione di alcuni video che li rappresentassero, in diverse lingue, facendo vedere il processo di produzione e i propri uomini. 
 
Li abbiamo prodotti con la nostra società di produzione video DilloconunVideo.com
Sul sito o sul nostro canale YouTube o su Facebook trovate tutti i video prodotti con soddisfazione quest'anno. 
 
Anche la cucina si è modernizzata. Una delle arti più antiche e radicate del mondo sta evolvendo e, se da una parte non può (e per fortuna non potrà mai) fare a meno dell'elemento centrale che è l'uomo, dall'altra si è avvicinata alla modernizzazione sia attraverso strumenti innovativi sia con processi reinventati. 
 
Per gli amici di Michelin anche quest'anno ho avuto il piacere di presentare la mitica Guida rossa Michelin  quella degli chef stellati e dei ristoranti selezionati. Lo abbiamo fatto sul palco del Teatro Regio di Parma, un'altra eccellenza mondiale!
 
Ed è proprio la componente teatrale che mi  ha lusingato. Non c'è proprio niente da fare, sono nato a teatro e lì sto bene. E a proposito di teatro, preparatevi perché l'anno prossimo ad aprile ci sarà una grande novità. Ma non posso anticipare tutto, stiamo ancora organizzando i dettagli!
 
Un sentimento di stima mi lega da tanti anni ormai a Bmw per i quali, lo sapete, conduco da sei anni il Concorso di Eleganza per moto d'epoca Villa d'Este. Ci sarò anche a maggio 2017! Venite a trovarmi, sarà un evento davvero spettacolare sulle rive del lago di Como, a Villa Erba. Poi vi darò i dettagli. 
 
A proposito di Bmw, a novembre ho condotto il loro design talk a Firenze. Nell'occasione ho conosciuto Leonardo Ferragamo, uno dei figli di Salvatore. Certe persone hanno una classe difficile da descrivere. Un ricordo prezioso per me. 
 
A novembre ho condotto uno speciale che andrà in onda su SKY Arte sul Museo Barca Lariana, unico al mondo. 
 
Infine, la formazione. Ecco la cultura e la predisposizione di cui vi accennavo. 
Anche quest'anno una volta al mese ho tenuto il mio corso storico di "Public Speaking e Comunicazione Efficace" è quello di "Video-giornalismo" con Giulia Martelli presso PrimoPiano. 
 
Per quanto mi sforzi, l'aula è sempre una situazione in cui ciò che ricevo è sempre superiore a quello che riesco a dare come docente. Non molleremo. 
 
Infine, vi giungano i miei Auguri più sinceri. Al centro ci siamo tutti noi, il fattore umano. E ci rimarremo. Il digitale e l'innovazione sono l'imprescindibile panna sulla nostra torta. 
La comunicazione è la ciliegina. Come farne a meno?
 
Comunichiamo Amici, non è mai abbastanza. 
 
Buon Natale 2016!
 
Roberto